Come Centrifugare Frutta e Verdura


Centrifugare frutta e verdura nel modo migliore possibile è facile e semplice, e l’occorrente necessario si limita ad una buona centrifuga e a frutta e verdura di qualità.
In questa guida però vi proporremo dei suggerimenti per avere centrifugati e succhi squisiti e ottimali, seguendo pochi semplici passaggi.

Moulinex ZU5008 Infiny Press_1
Moulinex ZU5008 Infiny Press_1

Innanzitutto suggeriamo di utilizzare frutta e verdura biologiche e non trattate con prodotti chimici, affinché possiate ottenere succhi e centrifugati il più puri possibile; qualora non fossero disponibili prodotti biologici, suggeriamo di togliere la buccia prima di preparare il vostro centrifugato. Sarebbe meglio usare sempre frutta di stagione comprata giorno per giorno, dato che la frutta che matura naturalmente e non nei frigoriferi è più ricca di enzimi e di sostanze bruciagrassi.

Altro consiglio importante è lavare sempre molto bene la frutta e la verdura, e togliere eventuali parti ammaccate, ammuffite o comunque danneggiate o annerite. Per lavare la frutta è molto indicato un lavaggio con acqua e bicarbonato, per togliere residui di pesticidi e sporcizia, ed un utile trucco consiste nello strofinare con una spazzola i vegetali e la frutta da centrifugare perché, se l’ortaggio è stato lucidato, in questo modo si rimuoverà la cera che lo ricopre.

Poiché la buccia delle arance e dei pompelmi contiene una sostanza tossica che non dovrebbe essere assunta in grandi quantità, e che inoltre è la responsabile del classico sapore amaro, è meglio asportarla prima di preparare i vostri succhi e centrifugati. Nelle nostre opinioni comunque potete lasciare l’albedo, la parte bianca della buccia, che contiene bioflavonoidi e vitamina C. fitochimici1Per quanto però riguarda frutti tropicali come il kiwi o la papaya, vanno pelati accuratamente perché spesso questi frutti vengono coltivati in paesi dove è ancora legale l’uso di pesticidi che si sono rivelati essere cancerogeni. La buccia di tutti gli altri tipi di frutta e verdura invece, compresa quella del limone o del lime,tranne quando gli ingredienti sono stati trattati con cera: in questo caso è caldamente raccomandato toglierla.

Tutta la frutta che presenta noccioli, come pesche o prugne, vanno denocciolate, mentre i semi di limone, melone, uva o lime possono essere centrifugati assieme al frutto. I semi delle mele invece andrebbero tolti, perché contengono una piccola quantità di cianuro. Per quello che concerne le verdure invece, utilizzate anche i gambi e le foglie, limitandovi a togliere la parte verde delle carote e del rabarbaro dato che contengono sostanze tossiche.

Centrifuga_Duronic JE5_1
Centrifuga_Duronic JE5_1

La maggior parte della frutta e della verdura, prima di essere inserita nella centrifuga, va tagliata a pezzetti o bastoncini a seconda del tipo di centrifuga utilizzata e alla grandezza del diametro del tubo di inserimento degli alimenti. Una volta che avrete fatto un po’ di esperienza con la vostra centrifuga, saprete con maggiore esattezza di che grandezza ottimale dovranno essere i pezzetti di frutta e verdura.

La quasi totalità di frutta e verdura contiene molta acqua, motivazione per cui se ne può ricavare il succo; frutta e verdura che invece ne contengono poca e sono molto ricche di amido, come le banane e l’avocado, non possono essere centrifugate e, qualora fossero previste nella ricetta di un succo o uno smoothie, suggeriamo di centrifugare prima gli altri ingredienti, e di versare successivamente gli ingredienti amidacei in un frullatore ed amalgamare i prodotti più asciutti in questa maniera.

CentrifugatiNella maggior parte delle ricette indicate, sia su questo sito che nelle ricette presenti nei manuali o nei libri di cucina, le quantità di ingredienti sono studiate per ottenere circa un bicchiere di succo dal peso di circa 220 grammi. Dunque se volete ottenere delle quantità maggiori, suggeriamo di raddoppiare o di triplicare le dosi della ricetta, sia a seconda delle necessità che della capienza della vostra centrifuga. Secondo le nostre opinioni tuttavia è bene ricordare che è sempre meglio preparare i succhi al momento anziché farne grosse quantità e conservarli, perché si perderebbero molte vitamine e sostanze nutritive.

Il sapore di alcuni succhi e centrifugati, specialmente quelli preparati solo con le verdure, a volte può risultare poco familiare al palato, di conseguenza nelle nostre opinioni è meglio iniziare gradualmente, centrifugando prima verdure dal gusto più delicato per abituare la bocca, e poi aggiungere successivamente vegetali dal gusto più forte o a volte amarognolo, come avviene nel caso dei carciofi. Si può insaporire il centrifugato anche con erbe aromatiche e spezie, come la polvere di zenzero, il peperoncino, le foglie di basilico, la scorza di limone, i semi di finocchio, il cumino, il succo di carote o limone ed il rosmarino.

Centrifuga_Philips HR183600_1Una volta terminato di preparare il proprio succo o centrifugato, ovviamente si deve pulire subito la centrifuga, per non rovinarla e soprattutto per non alterare il sapore dei successivi succhi che vi preparerete. Dunque è importante eliminare dopo l’uso i residui di polpa e lavare le componenti, magari mettendole per un po’ di tempo in acqua e sapone. La maggior parte delle centrifughe in commercio sono molto facili da smontare, e in questo modo si renderà la pulizia veloce e semplice, dando un ulteriore vantaggio alla preparazione delle centrifughe fatte in casa. L‘eliminazione dei residui e la pulizia sono molto importanti perché in questo modo si eviterà anche la formazione di muffe o colonie di batteri. Alcuni ortaggi particolarmente pigmentati, come le carote o le rape rosse, potrebbero macchiare la plastica della centrifuga, ma per pulirla basterà passarci un panno imbevuto di olio vegetale o usare una soluzione costituita da acqua e aceto bianco.

Infine, un trucco dimagrante per la vostra centrifuga consiste nel riciclare gli scarti ricchi di fibra derivati dalle bucce, dalla polpa e dai torsoli della frutta e della verdura che avete utilizzato per preparare il vostro centrifugato o succo. Quando infatti preparate le vostre bevande, se si evita di gettare via quello che resta nella centrifuga e lo si unisce almeno in parte al liquido ottenuto, otterrete in questo modo un’ulteriore ed importante dose di fibre, oltre che vitamine e sali minerali che altrimenti andrebbero persi.

Bibliografia: